Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Blog di Cuggiono Democratica

Cittadini che partecipano ai lavori del gruppo "Cuggiono Democratica"

Blog di Cuggiono Democratica

Solidarietà al Forum Sanità, dopo le intimidazioni dall'azienda ospedaliera

Solidarietà al Forum Sanità, dopo le intimidazioni dall'azienda ospedaliera

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà al Forum Sanità e ringraziamo per tutto quello che sta facendo in difesa del nostro presidio ospedaliero e degli importanti servizi che eroga, dopo l'intimidazione recapitata dall'Azienda ospedaliera.

Condividiamo l'appello al buon senso!

Ecco il testo del comunicato stampa emesso dal Forum Sanità.

Ospedale di Cuggiono :SI A UN CONFRONTO VERO, SERIO, DOCUMENTATO DA NUMERI! A una comunità che si interroga sul futuro del proprio ospedale non si può rispondere con le intimidazioni!

Il 5 maggio il nostro Forum inviava alla Direzione Generale dell'Azienda Ospedaliera di Legnano una richiesta di dati relativi all’ospedale di Cuggiono, dati che ci avrebbero consentito di iniziare un confronto basato su dati oggettivi riguardanti la realtà del nostro ospedale (vedi allegato) Che il tema sia importante e fortemente sentito è attestato dalla petizione in allegato, sottoscritta da oltre 3000 cittadini.

In data 5 giugno , a un mese dalla nostra richiesta, abbiamo invece ricevuto dall'Ufficio legale dell'Azienda Ospedaliera una raccomandata con la quale "a nome e per conto del Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera "Ospedale Civile di Legano" ci viene contestato che "le affermazioni che a più riprese avete dichiarato e riferito alla stampa a proposito di alcune questioni organizzative che riguarderebbero l'Ospedale di Cuggiono, oltre a non corrispondere al vero, sono altamente lesive dell'immagine dell'Azienda Ospedaliera, diffamanti nei confronti dell'attuale Direzione aziendale e potenzialmente in grado di procurare un indebito quanto infondato allarme sociale".

Successivamente si afferma "peraltro si riscontra che persone che fanno riferimento alla vostra associazione si introducano, senza alcuna autorizzazione, nell'Ospedale di Cuggiono, affiggano striscioni in maniera abusiva e facciano foto, peraltro alterando lo stato dei luoghi”.

La lettera raccomandata così conclude "si richiede l'integrale risarcimento dei danni subiti che si indicano in via equitativa nella misura di € 20.000" da versare in favore dell'Azienda Ospedaliera entro 20 giorni” avvertendo che “in mancanza di ciò l’Ente valuterà di agire nelle competenti sedi giudiziarie”.

La nostra prima reazione alla lettura di questa raccomandata e' stata di grande stupore.

E’ una decina d’anni che il mondo associativo locale e il nostro Forum si occupa delle sorti del nostro ospedale facendosi portatore delle istanze e preoccupazioni di cittadini e dipendenti soprattutto quando venivano individuate condizioni che avrebbero potuto declassare la struttura o depotenziarne le sue funzioni storiche.

Abbiamo sempre fatto ciò con un solo fine: salvaguardare e valorizzare il nostro ospedale, ritenendo indispensabili per la cittadinanza della nostra zona i servizi che eroga. In tutti questi anni, anche nei momenti di dibattito e di confronto più acceso, non ci saremmo mai immaginati di poter ricevere una lettera con questi toni e con questi contenuti che riteniamo pretestuosi e privi di fondamento. Un precedente gravissimo e inaccettabile! Ancor meno in un momento in cui sono in discussione presso l’istituzione regionale modifiche del sistema sanitario della Lombardia.

Insieme allo stupore, questa lettera ha suscitato in noi una forte preoccupazione, non certamente dovuta alla paura di dover risarcire 20.000 €, ma alla considerazione che il suo contenuto é un vero e proprio attentato alla vita democratica di una comunità.

Se a noi cittadini non è più consentito sollevare dubbi su azioni di una amministrazione di un servizio pubblico, che fine ha fatto la vita democratica nel nostro paese?

Per inciso da quando affiggere uno striscione su un muro di cinta con la scritta “OSPEDALE BENE COMUNE” è un grave atto o scattare foto che documentano la veridicità delle nostre affermazioni (la chiusura del reparto polichirurgico nel fine settimana) è “alterare lo stato dei luoghi” ?

Questi metodi hanno veramente poco a che fare con un civile confronto e sono per noi di una gravità estrema. Ci sentiamo quindi in dovere di informare di questa grave iniziativa intrapresa dalla Direzione dell'Azienda Ospedaliera tutti i soggetti istituzionali e sociali, che abbiano a cuore il civile confronto democratico e soprattutto che abbiano ben presente la distinzione fra un servizio erogato in luogo pubblico e una proprietà privata, in quanto ci viene anche contestato che, alcuni di noi “sono entrati nell’ ospedale senza chiedere alcuna autorizzazione”.

Inviamo queste nostre considerazioni oltre che alla Direzione Ospedaliera, al Presidente della Regione , alla Giunta regionale, a tutti i gruppi del consiglio regionale, a tutti i Sindaci e i consigli comunali della zona, a tutti i partiti politici, alle associazioni, alle parrocchie , ai sindacati generali e di categoria, alla stampa, e alla cittadinanza tutta.

Chiudiamo questa nostra con un appello al buon senso. Se si tiene a un clima di civile confronto lo si faccia non con intimidazioni ma a partire da un confronto vero basato sui numeri. Quei numeri che con lettera datata 5 maggio avevamo richiesto, e alla quale con mail datata 6 maggio la stessa Direzione Generale aveva assicurato di farci avere. Li aspettiamo e su questi ci confronteremo.

12 giugno 2015 FORUM SANITA’ CUGGIONO

Per contatti forumsanitacuggiono@gmail.com

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Erode 06/20/2015 15:50

“scattare foto che documentano la veridicità delle nostre affermazioni” Sono proprio sicuri i signori del forum di questa dichiarazione? Se lo sono perchè non andare serenamente in tribunale e smentire pubblicamente la direzione generale?