Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Ieri in consiglio comunale abbiamo abbandonato l'aula per 2 punti all'ordine del giorno.

 

I punti riguardavano piazza della Vittoria, cioè l'approvazione definitiva di quello che lì l'amministrazione vuole fare (abbattere l'ex-asilo infantile, vendere una parte di area dove far costruire, vendere le cubature rimanenti ed il resto praticamente trasformarlo in un parcheggio).

Quasi 700 cittadini (699) si sono espressi firmando una nostra petizione, in cui si chiede che la destinazione dell'area sia pubblica e ad uso pubblico e che venga elaborato  e discusso un progetto preliminare complessivo di tutto il centro cittadino prima di approvare interventi.

 

Il nostro Statuto Comunale all'art. 37, dice tra l'altro:


4- se la petizione è sottoscritta da almeno 100 persone, l'organo competente deve pronunciarsi in merito entro 30 giorni dal ricevimento.

5- il contenuto della decisione dell'organo competente, unitamente al testo della petizione, è pubblicizzato mediante l'affissione negli appositi spazi e ,comunque, in modo tale da permetterne la conoscenza a tutti i firmatari che risiedono nel comune.

6- se la petizione è sottoscritta da almeno 200 persone ciascun consigliere può chiedere con apposita istanza che il testo della petizione sia posto in discussione in una seduta del consiglio comunale da convocarsi entro 20 giorni.

 

La petizione è stata inoltrata al sindaco il 7 settembre.

Il 9 settembre abbiamo chiesto fosse portato in consiglio comunale il contenuto della petizione. 

 

Niente di tutto ciò è stato fatto, perciò noi abbiamo chiesto il ritiro dei punti all'ordine del giorno per rispetto dello Statuto e soprattutto della richiesta dei cittadini, i quali hanno il diritto di vedere discutere la propria proposta.  

 

Il sindaco non ne ha voluto sapere e i consiglieri Liguori, Bazzi, Martinoni, Gualdoni F., Crespi, Tresoldi, Panza, Scandiffio hanno votato per non tenere conto della richiesta e poi ancora hanno votato per procedere con l'approvazione definitiva e la vendita dell'area. 

 

Denunciamo questo atteggiamento che  definiamo una mancanza assoluta di rispetto dello Statuto e dei cittadini.

 

Non potevamo certo partecipare ad una votazione del genere e abbiamo abbandonato l'aula indignati. 

 

                                                                   i consiglieri di Cuggiono Democratica

Tag(s) : #eventi ricorrenze appuntamenti