Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Blog di Cuggiono Democratica

Cittadini che partecipano ai lavori del gruppo "Cuggiono Democratica"

Blog di Cuggiono Democratica

Ai nostri ragazzi -26.000 euro per l'a.s. 2010/2011

Scorrendo il Piano Diritto allo Studio per l'anno scolastico 2010/2011, risultano subito evidenti i tagli  che l'amministrazione ha fatto sui finanziamenti per i progetti dei nostri ragazzi:  26.000 euro in meno rispetto all'anno 2009/2010.

Questi tagli sono dovuti in parte alla crisi economica generale, ma sicuramente anche alle scelte gestionali sbagliate che la giunta Locati ha fatto negli anni, lasciandoci con le tasche vuote.

Dallo Stato, passando per le Regioni, fino ai Comuni, è diventato di moda tagliare sui soldi destinati ai più deboli o all'istruzione aumentando contemporaneamente le rette dei servizi, come ad esempio: mense, trasporto alunni, pre-post scuola ecc...

 

Dei fondi destinati al Piano, l'Amministrazione ne recupera il 50% attraverso le rette, mentre dei 280.000 euro restanti ne deve utilizzare, causa un elevato aumento di casi avvenuto negli ultimi 2/3 anni, 100.000 euro circa per il doveroso sostegno ai bambini con difficoltà. Questa cifra, anche se indispensabile, è indubbiamente impegnativa ma, se gli scorsi anni, avessero ascoltato il suggerimento più volte espresso da Cuggiono Democratica e cioè lasciare un fondo di garanzia destinato all'handicap da utilizzare per situazioni di emergenza economica, non si troverebbero con l'acqua alla gola.

 

L'assessore ha dovuto fare un duro lavoro, peraltro da Noi apprezzato, di taglia e cuci per riuscire a dare, nonostante tutto, un servizio dignitoso per i nostri ragazzi.

Riteniamo che si sia tagliato il massimo e invitiamo l'assessore Tresoldi ad opporsi in futuro a qualsiasi proposta da parte degli altri assessori di diminuzione degli stanziamenti. 

Per quanto ci riguarda vigileremo, controlleremo e vi informeremo tempestivamente.

 

Marco Testa

Condividi post

Repost 0

Commenta il post

Massimo Selmi 12/07/2010 08:32


Ti ringrazio della risposta.

Da quello che ho capito, diciamo che non è detto che si potrebbero risolvere tutte le esigenze e le necessità, ma con maggiore attenzione, e confronto, si potrebbe fare molto meglio.

Concordo.

Buona giornata.


gio 12/07/2010 00:23


mi si è cancellato un pezzo di commento...
La cosa più importante, si cercano e si sfruttano tutte le opportunità (io ricordo che come gruppo abbiamo segnalato bandi appetibili e non siamo stati ascoltati)e si valorizzano tutte le
potenzialità del territorio e dei cittadini.


gio 12/07/2010 00:16


La risposta è tardiva, scusa.
le entrate arrivano dallo stato (che purtroppo continua a tagliare le risorse e contemporaneamente ad aumentare i servizi che i comuni devono fornire) e da altri enti superiori, poi arrivano da
oneri, pagamenti servizi ecc.
Non è facile di questi tempi, ma con le adeguate competenze, con progettualità e la voglia di rimboccarsi le maniche, si può fare almeno quello che fanno tanti altri comuni e i risultati
arrivano.
Per quanto riguarda il nostro comune il fatto di trovarci in questa situazione problematica,deriva essenzialmente da una mancata pianificazione generale,di tutto intendo, non solo del bilancio, e
da una malagestione. Tornando all'esempio della famiglia, quando si vuole accendere un mutuo per effettuare un intervento su un immobile, prima si calcolano i benefici che se ne trarranno, le spese
che si dovranno affrontare per mantenerlo e si prevede dove prendere i soldi per pagare quelle e le rate del mutuo.Se si può e ne vale la pena si fa, altrimenti no, oppure si cerca una soluzione
diversa, magari pianificando anche di far rendere l'investimento.Il tutto prima di iniziare...
In una famiglia poi, si controllano le spese e si pensa al domani, non basta tirare sera.


Massimo Selmi 11/27/2010 01:48


Vista l'ora tarda non mi dilungherò nel commento, però la prima cosa che mi è venuta in mente è: in genere le opposizioni spiegano come spendere i soldi, ed hanno bellissime idee. A me
interesserebbe capire come incassare di più, in modo che quei soldi, legittimamante da spendere, esistano veramente.

In una famiglia, quando non si arriva a fine mese, o si diminuiscono le spese, o si aumentano le entrate.

Capisco che ci si aspetta una allocazione migliore delle risorse disponibili, però la mia domanda rimane: un comune, come trova i soldi?

So che avrai un'ottima risposta.

Buona giornata.