Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Blog di Cuggiono Democratica

Cittadini che partecipano ai lavori del gruppo "Cuggiono Democratica"

Blog di Cuggiono Democratica

Amministrazione: i numeri del 2013

Martedì scorso, all’assemblea organizzata dall’amministrazione comunale sono stati dati un po’ di numeri, chiari, precisi…comprensibili! Fino all’anno scorso parlare dei numeri del bilanciocomunale e parlare ostrogoto, sembrava dovesse essere la stessa cosa. Martedì è stato dimostrato il contrario! Allora proviamo a sintetizzare qualcosa, sperando di essere chiari anche noi.bilancio calcolatrice

-        METODO. Prima di iniziare il percorso che porterà all’approvazione della previsione di bilancio 2013, l’amministrazione ha voluto presentare i numeri ai cuggionesi, rispondere alle domande e confrontarsi. Una novità importante!

-         INCERTEZZA. Il governo  non solo non ha chiarito ancora il discorso IMU, per ora sospesa, ma ci sono incertezze che riguardano la TARSE (tassa rifuti) e i trasferimenti (i soldi che lo Stato da’ ai comuni). Voci importantissime del bilancio di ogni comune.

-        TAGLI. Lo Stato taglierrà ai comuni risorse paria 5,5 volte ripetto al 2012: con la Spending Review  a Cuggiono si passerà da 1.432.350 euro dati nel 2011 a 176.509 euro per il 2013!

-        REGIONE. Il comune di Cuggiono con l’IRAP versa ben 104.167,55 euro alla regione, ma riceve da lei solo 40.263 euro. Praticamente la finanzia!

-        MUTUI. Circa 1.200.000 euro anche quest’anno. Non se ne possono accendere di nuovi, anzi bisogna estinguerli, ma non basta, per alleggerirsi…si paga una tassa!

Obiettivi dell’amministrazione:

. evitare l’aumento della pressione fiscale

. ridurre le spese comprimibili, per esempio stanno lavorando per ridurre i consumi energetici e per rivedere i contratti (questo ha già dato i primi frutti con un risparmio di 60.000 euro)

. evitare tagli ai servizi educativi e assistenza sociale (valore circa 500.000 euro)

. evitare tagli alle spese di manutenzione. Con i nuovi bandi sono state già ridotte le spese di circa il 30%, soldi reinvestiti nelle manutenzioni stesse, quindi meno spese = più servizi.

. applicare regolarmente l' ISTAT. Il comune tutti gli anni si deve adeguare all’ISTAT, di conseguenza tutti i servizi devono subire lo stesso adeguamento. Questo metodo non è stato attuato regolarmente negli anni scorsi, così succede che ci siano tariffe come la TOSAP (occupazione spazio pubbico) non aggiornata dal 2002, perciò oggi essa risulta inferiore di 3 volte rispetto agli altri comuni.

L’amministrazione comunale punta a FARE DI PIU’ CON MENO, ad essere più efficace, più efficiente. Il carico delle spese sarà distribuito, anche secondo il concetto per cui chi usufruisce di un servizio dovrà contribuire con un poco di più, sgravando così di un bel po’ tutta la comunità che partecipa.

Gli Amministratori vogliono essere dalla parte del cittadino e per primi danno l’esempio, riducendo il più possibile la propria indennità.

Ma chiedono anche ad ognuno di fare la propria parte. Un esempio? Dove non si sporca non è necessario pulire, il paese è più decoroso e si spende anche meno. Siamo in 8.300, un’azione di ognuno di noi ogni giorno…sono 8.300 azioni al giorno!


Condividi post

Repost 0

Commenta il post