Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Sabato scorso agli ormai consueti incontri dell’amministrazione con la cittadinanza, era presente l’assessore al bilancio Carla Garavaglia, che ha fatto brevemente il quadro della situazione finanziaria del nostro comune. La chiusura di bilancio, per chi volesse consultarla è stata pubblicata sul sito del comune (http://82.189.104.237/Cuggiono/Albo/DATI/20130022G.PDF) e verrà discussa nel prossimo consiglio comunale.bilancio.jpg

Prima di tutto bisogna ricordare che questa amministrazione ha preso in mano il bilancio in tutta fretta e da circa metà anno, infatti subito dopo le elezioni l’assessore ha avuto ben pochi giorni per presentare il preventivo per il 2012, che non era ancora stato preparato.

Tutti ricordiamo certamente il primo grosso probblema: mancava un milione di euro per far stare in piedi i conti!

Il secondo era che in comune mancava una banca dati aggiornata!

E poi…tutti gli altri problemi!

Alla fine di dicembre, dopo 6 mesi di difficile lavoro, si sono potute tirare alcune conclusioni.

Prima di tutto il bilancio è stato ristrutturato, cioè rimesso in ordine. Un esempio: negli anni scorsi venivano previsti soldi che non si sapeva sarebbero entrati (entrate incerte, come le tasse sulle costruzioni), per pagare spese sicure, quotidiane (uscite correnti come le spese di gestione del comune, gli stipendi, ecc). Il comune era quindi sempre a rischio di cadere. In un periodo di crisi come questo sarebbe stato veramente un disastro.

Poi si è dato inizio al controllo di tutte le spese, i contratti, ecc, voce per voce, con l’intento di avere risultati di risparmio evidenti. Una citazione? Si è parlato sui giornali delle spese telefoniche: proprio rivedendo i contratti, che erano davvero sconvenienti per il comune, sono state risparmiate e si risparmieranno grosse cifre.

Il monitoraggio continuo e costante, quasi maniacale, di tutte le entrate e le uscite, ha permesso che venissero raggiunti gli obiettivi, rispettati gli impegni e mantenuti i servizi per la cittadinanza. Ora ci sono ancora delle domande, per esempio relative al fatto che il governo non ha rispettato i termini per l’IMU e potrebbe chiederne una parte in restituzione. L’amministrazione ha cercato di prevedere anche questo.

L’ass. Garavaglia ha svolto un’attività impegnativa, sicuramente ha dato maggior sicurezza e credibilità alla nostra comunità, ponendo le basi per un lavoro serio nei prossimi anni.

L’avere fatto tutto questo non mette comunque al riparo il comune da periodi difficili.

In primo luogo perché abbiamo spese correnti altissime legate per esempio a quanto costa mantenere la sede di Villa Annoni, o i mutui come quello di palazzo Kuster, tutte operazioni che la ex-giunta Pdl, Lega, Rinnovamento, aveva affrontato senza reali piani di rientro, anzi…ricordiamo solo gli affitti quasi ridicoli pagati da medici e CAF! Inoltre il comune non può accedere a mutui, piuttosto deve trovare i soldi per spegnerli prima del previsto, e non può accedere a finanziamenti perché non avrebbe contanti per completarli. Da non dimenticare “i gioielli di famiglia” come i terreni del comune, che l’amministrazione precedente ha venduto lasciandoci, in poche parole, in “braghe di tela”. Quindi gli interventi di manutenzione anche straordinaria sono un problema.

E ancora lo Stato prevede di tagliarci un altro 50% dei finanziamenti.

Ci aspettano anni difficili, ma l’intenzione dell’amministrazione è quella di cercare di non aumentare la pressione fiscale (visto che già per es. con la Tares il governo ci tasserà di più), mantenendo i servizi, trovando il modo di ridurre al minimo le spese, utilizzando la creatività. L’aiuto di tutti è sicuramente prezioso.


Tag(s) : #bilancio