Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Blog di Cuggiono Democratica

Cittadini che partecipano ai lavori del gruppo "Cuggiono Democratica"

Blog di Cuggiono Democratica

Utilizzo e costi della Palestra Comunale

In questi giorni a Cuggiono abbiamo sentito discutere a proposito del fatto che le associazioni debbano pagare per l’utilizzo della palestra, fino all’assurdo di qualcuno che parlava di tassa, anzi addirittura di tassa retroattiva! Allora ci siamo documentati, per capire come stanno le cose nella realtà, dati alla mano.oggetti_sportivi31.jpg

I primi dati.  I cittadini di Cuggiono sostengono una spesa annua per la Palestra di 90 mila euro circa. Essa è a disposizione delle scuole per circa 40 ore settimanali e delle associazioni sportive per circa 35. Quindi il Comune ha una spesa per chi fa sport in palestra equivalente a circa 40 mila euro/anno. Ed ogni ora di utilizzo da parte delle associazioni equivale ad un costo di circa 27 euro.

I fatti. A settembre 2012 le associazioni  avevano ricevuto la lettera di assegnazione degli spazi, nella stessa era indicata la tariffa oraria, cioè 8 euro/ora. Sempre a settembre 2012, in un incontro con le associazioni, l'Amministrazione, a esplicita domanda, aveva detto che non avrebbe fatto esenzioni totali. Infatti fino all’anno scorso alcune associazioni non pagavano, mentre altre sì. In seguito, per andare incontro alle associazioni, l’Amministrazione ha ridotto eccezionalmente la tariffa alle cuggionesi, fino a 3 euro/ora. Circa il 10% dei costi.

Nessun servizio comunale (i pasti per gli anziani, l'asilo nido, la mensa,...) ha una copertura tanto bassa! E quello che non pagano le associazioni, comunque lo pagano tutti i cuggionesi, anche quelli che non usufruiscono della palestra.

Continuiamo i nostri calcoli con un esempio: un'associazione che ha usato la palestra 10 ore/settimana con 50 iscritti. In questo caso è come se avesse ricevuto dal Comune un contributo pari a 10.200 euro ed il restante cioè la tariffa richiesta,  suddivisa per ciascun utente corrisponderebbe a circa 25 euro l'anno in più, ovvero 2,5 euro al mese.

Risulta chiaro quindi  che le associazioni sono molto agevolate e sostenute nelle loro attività, ed inoltre che quanto chiesto alle famiglie dei bambini e ragazzi utilizzatori della palestra, sia davvero ridotto. Evidentemente le polemiche nate in questi giorni ci paiono esagerate e pretestuose.

L’attività sportiva, soprattutto per i bambini e gli adolescenti, è da considerarsi fondamentale per quanto riguarda lo sviluppo della persona nella sua interezza e non solo dal punto di vista del beneficio fisico.  La si può annoverare fra le attività d’importanza sociale. Per questo ogni comune investe risorse di spazi, economiche e di persone in questo campo.

Ma i conti con la realtà vanno fatti. Lo Stato oggi, rispetto a solo 2 anni fa, ci ha tagliato quasi tutti i trasferimenti: 1 milione di euro in meno rispetto al 2011! Quindi quanto avveniva in passato e le scelte di allora, oggi non sono più possibili: ognuno ci deve mettere un contributo, soprattutto chi utilizza i servizi.

Anche il Sindaco e la Giunta stanno facendo la loro parte, sia impegnandosi a trovare altre fonti di entrate e sponsorizzazioni, sia riducendo il più possibile i costi di gestione (riscaldamento, acqua, energia, pulizia) ma garantendo i servizi, infine dando l’esempio per primi: infatti se è vero che l’indennità per gli amministratori è fissata per legge, sindaco e assessori se la sono diminuita del 40%, ovvero tutti i mesi il Sindaco lascia al Comune 500 euro e lo stesso, in proporzione fanno gli assessori, per un totale di 11.000 euro/anno, a disposizione della comunità.

Allora perché pensare che chi utilizza la Palestra debba farlo gratis? L’ esenzione completa dal pagamento delle tariffe della palestra per le associazioni, è stata tema in discussione del consiglio comunale, la richiesta è stata fatta da solo un gruppo di opposizione, la sig.na Mastelli. La risposta è che oggi una scelta del genere sarebbe iniqua perché tutti dobbiamo purtroppo fare qualche sacrificio: chi vuole che qualcuno sia escluso vuole mantenere un privilegio, che causerebbe un'iniquità e alzerebbe le tasse agli altri cittadini.

 

 

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post