Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Rifiuti: dal 2014 a Cuggiono si cambierà.

Nel 2010 Cuggiono era entrato a far parte del Consorzio dei Navigli, affidandogli la gestione del servizio di raccolta, trasporto, smaltimento rifiuti e la riscossione della Tarsu. Ora l’Amministrazione comunale ha deciso di lasciare il Consorzio. Visti i tempi tecnici, concretamente ciò avverrà dal 2014.

Cosa è successo?

Prima di tutto la nuova Amministrazione ha fatto propria la lamentela dei cittadini, per l’evidente carenza di qualità nei servizi svolti dal Consorzio, sia per quanto riguarda le puntualità e l’accuratezza nella raccolta dei rifiuti e nello spazzamento strade, sia nella gestione dell’Ecoarea. Problemi non risolti, nonostante gli interventi dell’Amministrazione presso il Consorzio. L’argomento era stato toccato anche nell’ultimo incontro dell’amministrazione con i cittadini.

Un’altra criticità rilevata dall’Amministrazione di Cuggiono,riguarda il meccanismo per la gestione dei crediti. Cioè il Comune deve affidare al Consorzio dei Navigli la riscossione della Tarsu, ma se qualcuno non paga il dovuto, il Consorzio stesso non è incentivato ad intervenire, perché comunque … l’insoluto rimane a carico del comune!

Inoltre il 29 maggio si è svolta un’assemblea del Consorzio, dove è stata decisa una nuova gara per l’affidamento dei servizi per 5 anni (più 4 di proroga) a partire da gennaio 2014, in base alla quale TUTTI i comuni del Consorzio dei Navigli saranno soggetti alle condizioni stabilite dal bando preparato dal Consorzio stesso, per TUTTI quegli anni.

Cuggiono considera illegittime e contrarie allo Statuto del Consorzio stesso queste deliberazioni, quindi le ha contrastate.

L’amministrazione comunale ha deciso di uscire dal Consorzio, come in realtà stanno facendo anche altri comuni, optando per una diversa forma di gestione dei servizi ambientali, che abbia caratteristiche di maggior efficienza, efficacia ed economicità.

Tag(s) : #ambiente territorio urbanistica Parco